Prima volta sul blog di Microidrina? Inizia da qui!

Video

Benvenuto/a nella casa di microidrina Microhydrin

Se sei alla ricerca di consigli e informazioni utili su come migliorare la tua condizione fisica, allora sei nel posto giusto!

Familiarizzare con i concetti base di una cultura della salute può risultare non soltanto utile, ma anche piacevole e creativo.

“E’ possibile stare in salute con successo in un periodo di globalizzazione?”, questa è la domanda che sempre più spesso professionisti del benessere e sportivi si pongono in tempi come questi.

La realtà è questa: se sei alla ricerca del metodo per prolungare la vita e minimizzare gli effetti dell’invecchiamento, per aumentare il potenziale fisico e mentale e che tu abbia o meno le risorse e le conoscenze per essere un fuoriclasse della salute, se vuoi davvero scoprire gli studi e ricerche condotte dal Dott. Henri Marie Coanda e dal Dott. Patrick Flanagan, allora Microidrina è l’unico blog specializzato in questa materia.

Procediamo…cosa significa Microidrina o Microhydrin?

Per rispondere a questa domanda, c’è una premessa fondamentale da fare: conoscere il concetto denominato Nanotecnologia.

La Nanotecnologia è la nuova frontiera, attualmente descritta in molte riviste come l’opportunità per un futuro migliore. Uno dei principali centri a livello mondiale nella Nanotecnologia Revolution è stata la Rice University, alma mater del presidente di RBC Life Sciences, il Dott. Clinton Howard. Il Dr. Clinton Howard, fondatore e presidente di RBC Life Sciences è membro della “Rice Alliance for Technology And Entrepreneurship”.

Nel 1985, i professori della Rice University, Rick Smalley, Robert Curl, e Harold Kroto scoprirono la buckyball, una molecola superconduttiva dalle nanodimensioni che prometteva innumerevoli vantaggi nel controllo degli elettroni, e molti altri benefici per il genere umano. Nel 1996, al Rice Team è stato riconosciuto il premio Nobel per la Chimica.

Un nanometro è un miliardesimo di metro, la larghezza di sei atomi di idrogeno, o circa la 100,000 parte di un singolo granello di sabbia! La Nanotecnologia coinvolge la realizzazione e la manipolazione di molecole delle dimensioni da 1-100 nanometri.

Le molecole di silica hydride contenute nella microidrina Microhydrin hanno un diametro di 1-5 nanometro, quindi la Nanotecnologia offre la possibilità di creare dei prodotti innovativi, come gli avanzati integratori alimentari.

Annunci

La scoperta più sensazionale della storia? La Microidrina il più potente antiossidante al mondo

Aumenta la longevità, riduce il rischio di malattie e dona forza inesauribile. Ecco l’essenza dell’acqua più benefica del pianeta Terra

 

Indice dell’articolo:

  • Microidrina antiossidante
  • Tutto nasce in Nepal
  • L’incontro tra Coanda e Flanagan
  • La scoperta sensazionale
  • Particelle infinitesimali
  • Come nasce la Microidrina?
  • L’importanza dei colloidi
  • Il valore ORP
  • La composizione della Microidrina
  • Dove si trova la Microidrina
  • Alcuni utilizzi pratici
  • Ottima per gli sportivi

Microidrina antiossidante

È stato ribattezzato come il più potente antiossidante al mondo. Le conoscenze, integrate con il contributo da parte dei geologi riguardo al contenuto dell’acqua, e le conoscenze dei nutrizionisti concentrati sull’optimum necessario per la fisiologia e la salute, hanno dato vita ad una impetuosa rivalutazione della funzione dell’acqua bevuta sulla salute umana e la longevità. È stato sintetizzato l’integratore microidrina, che ha la capacità di fornire le proprietà dell’acqua di ghiacciaio, contenente cristalli minerali silicati con una elevata superficie specifica utile, e capacità di scambio ionico.

Tutto nasce in Nepal

Sicuramente molti di voi hanno già sentito parlare degli Hunza. Si tratta di una delle popolazioni più longeve al mondo e, soprattutto, meno malate. Sembra che loro non conoscano malattie cardiovascolari, carie e tumori. Vivono nelle montagne del Nepal a 2700 metri di altitudine a nord del Pakistan e su di loro sono stati condotti numerosi studi per comprendere il motivo di tanta salute. Anni fa, due coniugi ricercatori – dottor Patrick e Gael Crystal Flanagan – eseguirono 30 anni di studi sull’acqua che bevevano gli Hunza, proveniente dai ghiacciai della zona. Tale acqua pare avere proprietà completamente differenti a quelle che si trovano nel resto del globo. Per esempio bolle a temperature diverse e ha una viscosità e tensione che nulla hanno a che fare con l’acqua che conosciamo.
Una curiosità
Sapevi che il popolo degli Hunza è conosciuto anche per la sua estrema resistenza fisica? Sembra che molti di loro siano soliti percorrere una strada montana nella regione Gilgit che li costringe a camminare per 190 km (andata e ritorno) senza dormire. E tutto questa senza particolare fatica. Effetto simile riuscì a ottenerlo l’alpinista Dennis Brown che ha 47 anni scalò la cima del monte Everest, arrivando a 8.763 metri di altitudine, dopo aver assunto per un po’ di tempo la Microidrina. Dieci anni prima ci provò senza successo.

L’incontro tra Coanda e Flanagan

In realtà prima dei coniugi Flanagan, il dottor Henry Coanda studiò a fondo l’acqua degli Hunza. I tre si incontrarono in occasione di una collaborazione con il Pentagono. Fu in tale circostanza che i due coniugi capirono che la longevità degli Hunza era dovuta non all’ambiente o all’alimentazione – per altro molto povera – piuttosto alla particolarità dell’acqua. I Flanagan impiegarono quindi quasi trent’anni della loro vita per eseguire test di bioenergetica, campi magnetici, elettrostatici e cristalli che potessero offrire un’acqua simile a quella degli Hunza. Tutte le ricerche furono vane: l’acqua dopo breve tempo perdeva le proprietà ed era impossibile renderla identica a quella che usavano gli Hunza.

La scoperta sensazionale

Dopo trent’anni di ricerche i coniugi Flanagan scoprirono cosa conferisce all’acqua proprietà straordinarie: i minerali che arrivano direttamente dai ghiacciai. Minerali che presero il nome di ‘micro clusters’. Si tratta, sostanzialmente, di micro particelle di silice che attraggono molecole di acqua scindendo naturalmente i grandi gruppi molecolari che si trovano al suo interno.

Particelle infinitesimali

Le particelle di quest’acqua sono talmente piccole da passare tranquillamente dentro i tradizionali filtri e di bypassare una distillazione. In sostanza si tratta di colloidi; anzi, per la precisione di nanocolloidi perché hanno dimensioni infinitamente microscopiche: non superano i 10 nanometri. Questi, una volta a contatto con l’acqua reagiscono con essa come fossero una sorta di potentissimi magneti. In tal modo attirano le molecole d’acqua trasformandole e conferendole una forte carica elettrica negativa. E così che un’acqua che sembra normale diviene una ’’super acqua’’.

Come nasce la Microidrina?

Inutile dire che la scoperta della ’’super acqua’’ era sensazionale. I Flanagan avevano trovato un metodo per aumentare la longevità e godere di ottima salute. E così che inizialmente ebbero l’idea di esportare l’acqua in tutto il mondo. Ma tutto ciò – come è ben comprensibile – non era affatto semplice. Diedero così vita a un prodotto secco in grado di mantenere le stesse identiche virtù di un liquido. Per un chimico tutto ciò sfiora il miracolo, ma i ricercatori riuscirono nel loro intento. Il suo nome? Microidrina, un prodotto commercializzato ancora oggi. Il bello di questa sostanza era che miscelando la Microidrina a sostanze nutritive di tutto rispetto, aiutava a assimilarle velocemente senza dover passare attraverso la metabolizzazione epatica.

L’importanza dei colloidi

Il nostro organismo è fisiologicamente strutturato per la presenza di colloidi. A livello della membrana citoplasmatica, per esempio, non possono entrare sostanze superiori a 10 nanometri. Secondo alcune teorie, se il sangue è a ridotto numero di colloidi alcuni tipi di cellule potrebbero ‘appiccicarsi’ tra di loro e invecchiare prima a causa della ridotta attività e scarsità di ossigeno.

Il valore ORP

L’ORP è la capacità di ossido riduzione. Si tratta di una scala di valori misurabile in millivolt (mV) che indica la capacità di una sostanza di prendere o cedere elettroni. Più ha un potenziale positivo più acquista elettroni, per cui ossida e invecchia. Maggiore è il potenziale negativo più elevata è la sua capacità di ravvivare. Indicativamente possiamo dire che molti tipi di acqua – specie quella del rubinetto, distillata o purificata – hanno un altissimo valore ORP che varia dai +200 ai + 400 mV. Per fare un esempio, l’acqua potabile non dovrebbe superare i +60 mV, mentre un succo di verdure biologico ha un potenziale decisamente più negativo, intorno ai -120 mV. Ma l’acqua proveniente dai ghiacciai dell’Hunza arriva a -350 mV. Mentre un bicchiere con estratto secco di Microidrina arriva fino a -650 mV. Ovviamente va subito detto che il valore ORP – trattandosi di un potenziale – non è sufficiente a determinare la qualità di un’acqua. Generalmente perché il tutto sia reso disponibile è necessario anche un ottimo equilibrio con l’idrogeno molecolare: fattore che la Microidrina possiede. Esiste, secondo i ricercatori, un’unica forma di idrogeno biologicamente attivo che viene chiamato idruro H-, la sua peculiarità è quella di possedere un elettrone supplementare. Esso si trova anche nel sangue umano.

La composizione della Microidrina

La Microidrina è formata per lo più da SiOH. Ciò significa che oltre al silicio contiene idrogeno e ossigeno. Possiede anche percentuali minime di solfato di magnesio e potassio.

Dove si trova la Microidrina

Microidrina è possibile comprarla direttamente dal primo distributore italiano https://www.coraldigitalnetwork.com/prodotto/microhydrin-60-tabs/.
Le dosi indicative sono di una capsula al giorno fino ad arrivare a 2 nel giro di un paio di giorni. Le capsule devono essere assunte insieme ad almeno 250 ml di acqua. L’assimilazione avviene nel giro di una decina di minuti e dura per circa otto ore. Se viene assunta insieme ad altre sostanze – per esempio antiossidanti – può arrivare ad aumentarne l’assorbimento centinaia di volte. Trattandosi di un potente disintossicante è possibile che già alle prime assunzioni si verifichi un acuirsi di alcuni sintomi, dovuti alla disintossicazione dell’organismo.

Alcuni utilizzi pratici

Molti ricercatori hanno condotto studi sui propri pazienti, ma nei soggetti affetti da malattia è bene consultare il proprio medico durante. Nonostante, infatti, siano stato ottenuti ottimi risultati nella cura di svariate patologie va detto che ancora molta ricerca è necessaria. Alcuni medici (come il Dottor Ron Meyers) hanno testato con successo il prodotto contro infezioni virali, batteriche, fungine, malattie croniche, degenerative, cardiovascolari e problemi respiratori (asma, enfisema, bronchite).

Microidrina Ottima per gli sportivi

Secondo alcuni studi scientifici recenti [1,2,3] l’assunzione di Microidrina migliorerebbe la resistenza cardiovascolare, la respirazione, il metabolismo e l’accumulo di acido lattico negli sportivi. Indiscrezioni affermano che è grazie alla Microidrina che il famoso maratoneta Andrey Kuznetsov vinse la maratona di Boston nel 1999, quando aveva più di 40 anni. Tutto questo sarebbe reso possibile grazie a una migliore distribuzione dell’ossigeno a livello cellulare.
[1] J Med Food. 2001 Autumn;4(3):151-159. Clinical Effects of a Dietary Antioxidant Silicate Supplement, Microhydrin((R)), on Cardiovascular Responses to Exercise. Purdy Lloyd KL1, Wasmund W, Smith L, Raven PB.
[2] Int J Sport Nutr Exerc Metab. 2004 Oct;14(5):560-73. Effects of microhydrin supplementation on endurance performance and metabolism in well-trained cyclists. Glazier LR1, Stellingwerff T, Spriet LL.
[3] Int J Sport Nutr Exerc Metab. 2004 Oct;14(5):550-9. Effect of microhydrin on blood lactate, protein carbonyls, and glutathione status in rats before and after aerobic exercise. Goldfarb AH1, Bloomer R, McKenzie MJ.
[4] Effect of an herbal/botanical supplement on strength, balance, and muscle function following 12-weeks of resistance training: a placebo controlled study Jonathan Furlong,1 Corey A Rynders,2 Mark Sutherlin,1 James Patrie,1 Frank I Katch,1 Jay Hertel,1 and Arthur Weltmancorresponding author1
[5] Evaluation of Hydroxyl Radical-Scavenging Abilities of Two Dietary Antioxidant Supplements, Microhydrin® and MegaHydrin™ by Fe+2EDTA Induced 2-hydroxyterephthalate Fluorometric Analysis
[6] Ostan, Božena Ambrozius, Alberta Ostan e Aleš Vesel. – Aura, nr. 124/199
[7] Purdy Lloyd, KL, Wasmund W, Smith L, Raven PB. Clinical Effects of a Dietary Antioxidant Silicate Supplement, Microhydrin, on Cardiovascular Responses to Exercise. Journal of Medicinal Food 2001, 4;3; 151-159.
[8]  Hagen, TM, et al. Feeding acetyl-l-carnitine and lipoic acid to old rats significantly improves metabolic function while decreasing oxidative stress. Proc. National Academy of Science USA 2003,99,4; 1870-5.

E-STATE IN FORMA

Correggere gli errori dietetici e modificare gli stili di vita

E’ bello affrontare la stagione delle vacanze in piena forma, carichi d’energia e di buon umore. E il modo per riuscirci non è certo quello di affidarsi alle diete lampo “sette chili in sette giorni”, squilibrate e che debilitano l’organismo. La maniera giusta è correggere gli errori dietetici e modificare lo stile di vita. Ecco qui alcuni consigli:

Poco, ma di tutto

Non eliminare intere categorie di alimenti (come, ad esempio, i carboidrati). La varietà e la completezza della dieta sono caratteristiche importanti per la salute. Il problema è nella quantità: bisogna imparare a privilegiare gli alimenti, che saziano dando poche calorie.

Aumenta il consumo di frutta e verdura

Ricche di sali minerali, vitamine, acqua e fibre, frutta e verdura stimolano il senso di sazietà con poche calorie. Perché non prendere l’abitudine di iniziare il pasto con un piatto di verdura cruda? E, a proposito di frutta, anche quella estiva più incide, comunque, poco sul conto calorico.

Tieni dei ritmi regolari ed evita gli spuntini fuori-posto

Colazione, pranzo, merenda, cena: cerca di mantenere questa suddivisione dei pasti, consumandoli ad orari regolari. E’ importante per normalizzare i ritmi di produzione dell’insulina: un’alimentazione disordinata sballa la produzione di questo ormone, che, oltre a far entrare lo zucchero nelle cellule, stimola la sua trasformazione in grasso.

Bevi acqua alcalina in abbondanza

Un suo consumo abbondante facilita il ricambio idrico e l’eliminazione delle tossine. Oltre a questo, l’acqua alcalina esercita anche un certo potere saziante. L’acqua alcalina puoi realizzarla comodamente ed economicamente anche tu con l’impiego delle pratiche confezioni di CORAL-MINE.

CORAL-MINE è disponibile cliccando QUI.

Diminuisci il consumo di grassi

Scegli di preferenza, carni e pesci magri, limita i formaggi e gli insaccati e scegli l’olio di oliva extravergine come grasso di condimento.

Sai se il tuo corpo è realmente idratato? Scoprilo con il Test Idratazione

Dal momento che i nostri corpi sono fatti per più del 70% di acqua, probabilmente non sorprende che l’acqua rappresenti una delle fonti di energia più importanti per il nostro corpo. Fai il “Test Idratazione” per scoprire se sei adeguatamente idratato.

Cediamo grandi quantità di acqua ogni singolo giorno e bisogna ricaricare questi liquidi regolarmente.

E’ scontato che reidratare il corpo è importante, ma applicare l’idratazione persa è cruciale negli interessi della nostra salute.

L’importanza dell’idratazione per il nostro corpo

Rimanere ben idratati garantisce numerosi benefici al corpo, sia internamente che esternamente. Tra questi benefici:

  • Mantenere il peso forma. Sapevi che la sensazione di fame che hai può essere semplicemente dovuta alla sete? Proprio così. Le tue cellule tendono a inviare “segnali grassi” al cervello quando il corpo non è propriamente idratato, e quindi se si sorseggiano regolarmente bicchieri d’acqua vi lascerà una sensazione di sazietà (mentre tutta quell’assunzione di liquidi può aiutare anche il tuo corpo ad espellere gli effetti del grasso e altre tossine). Per stare meglio ed ottenere benefici maggiori prova ad iniziare la giornata bevendo ogni mattina un bicchiere di acqua e limone.
  • Benefici mentali. Mantenere una corretta idratazione non aiuta soltanto ad equilibrare il tuo umore operando sul corpo e sulle funzioni del cervello, ma offre anche benefici a lungo termine sulla memoria. E’ vero. La corretta idratazione contribuisce a migliorare il flusso del sangue al cervello, quindi aiuta pure a migliorare le funzioni cognitive e la memoria.
  • Combatte la stanchezza. E’ molto semplice – un corpo ben idratato è un corpo pieno di energia. Unisci il tutto al fatto che l’idratazione può anche aiutare a dormire meglio, e potresti essere in grado di dire addio a quel bisogno di una tazzina di caffè ogni mattina.
  • Riduce l’alta pressione e il colesterolo. Conosci già l’importanza di mantenere la pressione e il colesterolo bassi per la salute del cuore, e mantenersi ben idratati aiuta a mantenerli entrambi sotto controllo. Come? Non solo aiuta a mantenere il flusso del sangue nelle vene e nelle arterie, ma previene la produzione di più colesterolo nel vostro corpo.
  • Aiuta la cartilagine delle giunture e guarisce. Poiché gran parte della nostra cartilagine è composta e lubrificata da acqua, puoi solo immaginare che effetto potrebbe avere un apporto di acqua insufficiente. Un’idratazione adeguata può anche aiutare a mantenere i muscoli lubrificati, forti, energici, ragion per cui è importante bere liquidi durante l’attività fisica.
  • Rallenta il processo d’invecchiamento. I nostri organi hanno bisogno di acqua per mantenere il loro funzionamento al massimo. Quando i nostri corpi si disidratano, i nostri organi devono lavorare più faticosamente, e il risultato può portare ad un’ accelerazione del processo di invecchiamento.

Vediamo ora il test sull’idratazione che ti permetterà di valutare se bevi la giusta quantità e qualità d’acqua. Seguiranno delle semplici domande. Se rispondi “sì” segna due punti, se rispondi a volte, segna 1 punto, se invece rispondi “no” segna 0 punti, se non sai cosa rispondere, segna pure 0 punti.

Ricapitolando:

Risposta “sì” = 2 punti
Risposta “a volte” = 1 punto
Risposta “no” = 0 punti
Risposta “non so” = 0 punti

Affrontiamo ora le domande:

1. Ultimamente ti senti stanco di più al lavoro?
2. Ti capita di avere avete degli episodi di pressione alta?
3. Bevi meno di 1 litro di acqua al giorno?
4. Ti disturba spesso una tosse raschiante?
5. Ti capita di avvertire nausea è un sapore amaro dopo che hai assunto dei cibi molto grassi?
6. I tuoi capelli sono eccessivamente secchi?
7. Vai a urinare poche volte al giorno?
8. Hai sintomi di natura allergica?
9. Hai notato che le tue urine hanno un forte odore?
10. Hai avuto un recente peggioramento della vista?
11. Hai bruciori di stomaco durante il pasto o a digiuno?
12. Le tue ferite smettono di sanguinare molto velocemente?
13. Al mattino ti svegli con la bocca secca?
14. Dormi male e spesso fai dei brutti sogni?
15. Hai la pressione tendenzialmente alta?
16. Hai avuto ai calcoli o renella ai reni?
17. Lo scricchiolio delle tue articolazioni ti da noia?
18. Avverti rigidità articolare?
19. Recentemente la tua sudorazione ha un odore molto pungente?
20. Il tono della tua pelle è calato e noti la comparsa di più rughe?
21. Durante il pasto sempre bisogno di bere?

Arriviamo quindi ai risultati. Fai la somma… sei pronto?
Mi raccomando, sii sincero, non mentire a te stesso.

Meno di 3 punti: bene, sei perfettamente idratato

Da 3 a 6 punti: benino, il tuo organismo sta compensando, ma è il caso di rivalutare le tue abitudini. Significa che il cervello sposta l’acqua da un distretto all’altro a seconda delle sue esigenze. È un po’ come avere la coperta corta.

Da 6 a 10 punti: attenzione, molto probabilmente sei disidratato. Devi rivalutare le tue abitudini.

Più di 10 punti: male, sei sicuramente disidratato e la tua salute è in serio pericolo.

Bene… ora ti meraviglierà il fatto che l’idea che ti eri creato in testa fino ad oggi, si discosta un “pochino” dalla realtà. Tranquillo, nulla è perduto 🙂 esiste sempre una soluzione per porre rimedio e che ti assicurerà quotidianamente la corretta idratazione.

La soluzione più semplice e naturale si chiama CORAL-MINE e tutte le risposte le puoi trovare cliccando QUI.

Semplice no? Oserei dire “Come bere un bicchiere d’acqua”.

Scopri CORAL-MINE

 

 

H-500 integratore per migliorare le prestazioni fisiche e mentali

Il nuovo integratore H-500 è un antiossidante ritenuto ad oggi il più potente al mondo con proprietà interessanti in quanto rappresenta l’evoluzione della Microidrina.

Integratore H 500

  • aumenta con efficacia la resistenza negli allenamenti e in gara in atleti
  • professionisti e amatori;
  • aumenta la resistenza durante attività lavorative pesanti.
  • aiuta ad abbassare il livello di acido lattico;
  • migliora le contrazioni muscolari;
  • accelera il recupero a seguito dello sforzo fisico.
  • migliora la memoria
  • Indispensabile per atleti ed amanti delle attività sportive e fisiche
  • previene l’invecchiamento precoce
  • rafforza il sistema immunitario
  • previene tutte le malattie causate dallo stress ossidativo
  • contrasta le infiammazioni tessutali;
  • tampona le acidosi dei tessuti e dei liquidi organici

Lo scienziato Albert Szent-Györgyi , vincitore del premio nobel per la medicina nel 1937, ha dimostrato il ruolo fondamentale degli ioni di idrogeno H⁻ in tutti i processi cellulari come fonte di energia primaria.

Sulla base di questo principio sono stati realizzati prodotti con complessi di silicio colloidale che veicolano una grandissima quantità di ioni H⁻ direttamente alle cellule.

Una capsula di H-500 Coral Club assunta con un bicchiere d’acqua, rilascia 10¹⁹ elettroni sotto forma di ioni di idrogeno negativo H⁻ (quantità di energia equivalente a 10000 bicchieri di spremuta di arancia).

Una volta ceduti tutti gli elettroni liberi, il nostro bicchiere conterrà semplice e pura acqua con potenziale di ossido riduzione (ORP) negativo con valori variabili tra -500 mV e -750 mV e con un pH -9.

L’energia così prodotta, chiamata Energia Libera di Gibbs, la si può produrre e misurare versando una capsula di H-500 in un bicchiere di acqua naturale.

Infatti per aumentarne l’efficacia si consiglia di versare una capsula di H-500 in un bicchiere di acqua tiepida.

Si può assumere anche deglutendo la capsula con acqua, io ad esempio la utilizzo venti prima di qualsiasi gara o allenamento.

Principi attivi di H-500:

  • borato di sodio,
  • ascorbato di potassio,
  • citrato di magnesio,
  • citrato di potassio,
  • diossido di silicio.

Il nome dell’integratore H-500 deriva dallo ione negativo H⁻ e dal valore di ORP pari a -500 mV raggiunto grazie ad una singola capsula.

Per approfondire l’argomento e visionare i benefici della microidrina H-500 clicca QUI.

ACQUA ALCALINA IONIZZATA: STORIA DI UNA RESURREZIONE

Qualcuno di voi ha mai sentito parlare di acqua alcalina ionizzata?
Pochissimi, ne sono sicuro. Perché chi comanda il mercato dell’acqua, qualche multinazionale, ha una paura tremenda di fronte alla possibilità che la gente possa avere in casa propria un’acqua straordinaria e ad un costo addirittura inferiore.

Vi porto la mia esperienza: una delle ferite più profonde e non ancora rimarginate è una scoperta che mi ha sconvolto e a cui non volevo credere: l’acqua che beviamo è morta.

E’ pur vero che la maggior parte di noi si nutre di cadaveri, questo lo sapevamo, ma deglutire un cadavere attraverso un altro cadavere è davvero bizzarro!

Noi! Noi che siamo gli esseri viventi per antonomasia!

Ma l’acqua non è forse fonte di vita?

Com’è possibile che sia morta?

E quando è morta? Quando mia madre mi impedì di fare il bagno nel Brenta, come avevo sempre fatto. Ma senz’altro l’agonia dell’inquinamento è iniziata molto prima e la morte è stata decretata con la sua chiusura nelle bare, eh scusate… nelle bottiglie!

Anche il Dr. Ben Johnson*, è d’accordo con me:

“L’acqua è la sostanza più abbondante sulla terra, la principale fonte di vita, un liquido che in una forma o nell’altra consumiamo ogni giorno. Si trova nella maggior parte degli alimenti che mangiamo, è alla base di quasi tutte le bevande ed è presente in ogni boccata d’aria che inspiriamo. Ci lascia pertanto a bocca aperta il fatto che così tante patologie in aumento oggigiorno derivino da una disidratazione cronica, ossia da un’insufficiente assunzione d’acqua per un periodo prolungato. Stanchezza, invecchiamento precoce, asma, infiammazioni, cute secca e diabete… alla radice del problema spesso c’è il bisogno di più acqua. Eppure, benché per anni i medici ed esperti abbiano sottolineato l’importanza di una corretta idratazione, esortandoci a bere otto bicchieri al giorno, i problemi rimangono. Perché? Perché l’impatto dell’acqua sull’organismo ha a che fare non solo con la quantità, ma anche con la qualità, soprattutto se si tratta di prevenire e trattare le malattie. Soddisfare il fabbisogno idrico quotidiano aiuta certamente, tuttavia le tossine ambientali presenti nell’acqua e nella nostra moderna alimentazione a elevata acidità rischiano di inficiare i numerosi benefici offerti da un bicchiere di acqua pura”.

Quindi? Siamo condannati ad assistere all’eterno funerale dell’acqua? Dobbiamo aspettare a bere quando l’acqua sarà di nuovo pura? Quanti decenni ci vorranno? O secoli?

Ma il dott. Johnson ci illumina:

“C’è una soluzione al problema. E’ l’acqua alcalina ionizzata, che in alcuni paesi è stata usata per decenni come modo di migliorare lo stato di salute. Qualitativamente superiore all’acqua in bottiglia e a quella semplicemente filtrata, l’acqua alcalina ionizzata è stata sottoposta a un leggero e sicuro processo elettrolitico che ne accresce la vitalità (N.d.r. risorge!) ed elimina gli agenti chimici nocivi ed acidificanti permettendole di portare in maniera rapida ed efficace sostanze nutritive e ossigeno a tutto l’organismo. Inoltre i progressi della tecnologia hanno consentito a questo processo scientifico di compiersi a casa nostra e ciò significa che può tranquillamente entrare a far parte del nostro stile di vita e della routine quotidiana”.

E voi mi chiederete: come mai nessuno ci aveva informato di questa possibilità? Perché nella nostra routine quotidiana qualcuno ci ha fatto entrare il barbuto scalatore, il bravo calciatore, o la bellissima miss Italia; e così abbiamo familiarizzato con l’acqua morta, quella che fa fare tanta plin plin, proprio perché le nostre cellule non la desiderano e quindi se ne liberano velocemente…

Conclude il dott. Johnson:

“Sono medico da oltre trent’anni, e mi sono impegnato a divulgare le innovazioni che utilizzo nel mio lavoro, la cui efficacia riscontro nei pazienti. Una delle suddette innovazioni è l’acqua alcalina ionizzata: questo fenomeno è alla portata di tutti come la sua capacità di migliorare praticamente qualsiasi funzione svolta dal nostro corpo”.

Dall’acqua del rubinetto di casa vostra con l’impiego di una semplice bustina di CORAL-MINE potete avere, attraverso una filtrazione mirata e un processo di ionizzazione, un’acqua straordinaria che nessuna multinazionale delle acque minerali intenderà farvi conoscere!!! Facciamo risorgere l’acqua!! Meditate gente. Meditate…

CORAL-MINE puoi averlo cliccando QUI.

Rafforziamoci Senza Assumere Medicinali

Capita sempre più spesso che durante le nostre giornate ed in fasi determinate dell’anno, di dover assumiamo diversi tipi di farmaci, tali farmaci come possono essere quelli contro le allergie, medicinali contro l’influenza o contro un semplice mal di testa.

Ci siamo mai chiesti il perché di tale assunzione? Il perché il nostro medico ci prescrive tali farmaci?

E soprattutto il loro contenuto?

Questi farmaci che vengono prodotti in laboratorio tramite processi chimici, non fanno altro che arginare le lacune della nostra più grande difesa, il nostro sistema immunitario, tale sistema viene in questo modo, non aiutato a sviluppare queste difese ma bensì, costretto ad utilizzare queste sostanze chimiche che abbiamo assunto per sconfiggere in modo temporaneo li nostro problema, dico in modo temporaneo perchè sicuramente tale malanno che abbiamo cosi sconfitto si ripresenterà e noi saremo cosi nuovamente costretti ad assumere dei farmaci per sconfiggerlo nuovamente.

Ma quindi come faccio a fare si che il mio sistema immunitario sia sempre pronto ad intervenire in nostro soccorso nel caso dovessimo averne bisogno?

Come possiamo mantenere il nostro sistema immunitario sempre pronto?

Il nostro corpo è formato del 70% di acqua quindi avere una buona idratazione è già di per sé la soluzione migliore se poi questa idratazione possiamo a nostra volta “controllarla” conoscendo veramente ciò che ingeriamo ancora meglio.

Con l’assunzione di acqua Alcalina Ionizzata noi forniremo sempre al nostro organismo e quindi anche al nostro sistema immunitario quelle sostanze, prive dai normali agenti chimici e batteriologici che la normale acqua di bottiglia o rubinetto contengono, per mantenersi sano idratato e libero dalle scorie.

Abbinandoci poi uno stile di vita florido non potremmo che trarre giovamento e ridurre così il rischio di incappare nell’assunzione di medicinali quasi sempre inutili a noi stessi.

A questo punto il metodo più pratico per avere sempre con te dell’acqua alcalina ionizzata è quello di procurarsi le pratiche bustine di CORAL-MINE.

CORAL-MINE puoi averlo cliccando QUI.

Ecco Cosa Significa Essere In Acidosi Metabolica

L’uomo è un progetto alcalino! Affinché la vita sia possibile il nostro organismo deve mantenere il ph del sangue costantemente alcalino (7,3-7,45).
E’ scientificamente provato che la dieta gioca un ruolo importante nell’equilibrio acido-base. Ogni alimento, a seconda della sua composizione, è in grado di fornire all’organismo un carico acido o, al contrario un carico di neutralizzazione dell’acidità.

Si stima che ben 4 persone su 5 soffrano di acidosi metabolica. Sono molti i fattori che possono portare ad una condizione di acidosi metabolica, quali:

  • Insufficiente apporto di nutrienti alcalinizzati come frutta e verdura.
  • Eccesso di alimenti acidificanti come la carne, il formaggio e i salumi.
  • Medicinali Farmaci, ecc.
  • Nicotina e Alcool.
  • Insufficiente apporto di liquidi.
  • Vita sedentaria.
  • Stress.
  • Sport Intensivo.

Questi sono i principali fattori più importanti che causano acidosi metabolica.

Ognuno di questi fattori, produce eccesso di acidità, tossine e radicali liberi. Il risultato di questo sono, oltre l’obesità, la comparsa di invecchiamento precoce e la malattia.

80% degli alimenti e sono acidi:
Cereali, Mirtilli, Frutta sciroppata, Carni, Riso, Pasta, Pane, Crackers Bibite, Farine, Legumi, Burro, Formaggio, Gelati, Latte, Arachidi, Tonno, Bacon, Carne di manzo, Molluschi, Pesce, Agnello, Aragosta, Affettati, Ostriche, Salmone, Sardine, Salsicce, Gamberetti.

Sintomi dell’acidità

CORAL-MINE è la pratica ed economica soluzione per avere sempre con se dell’acqua alcalina. Per ricevere anche tu CORAL-MINE clicca QUI.